Organi di governo

Ai sensi del Titolo II (artt. 4, 5, 6, 7, 8) del Regolamento, sono organi della Scuola:

- Il Direttore
- Il Vicedirettore
- Il Consiglio di Direzione
- Il Comitato Scientifico
 
Il Direttore
Il Direttore è nominato con decreto del Rettore, sentito il Senato Accademico, tra i professori ordinari a tempo pieno. Resta in carica tre anni e la sua nomina può essere rinnovata per non più di una volta consecutiva.
Il Prof. Angelo Ventrone, docente ordinario di Storia Contemporanea presso il Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle relazioni internazionali,  è stata rinominato Direttore della Scuola di Studi Superiori 'Giacomo Leopardi' per il triennio 2013/2016. 
Il Vicedirettore
Il Direttore può essere coadiuvato nell’esercizio delle sue attribuzioni da un Vicedirettore che lo sostituisce in caso di assenza, di impedimento o di anticipata cessazione. La durata del suo mandato coincide con quella del Direttore.
 
Il Consiglio di Direzione
E' l'organo collegiale di direzione della Scuola ed è composto, oltre che dal Direttore, da una rappresentanza di docenti per ciascuna Facoltà, del Senato Accademico, del Consiglio di Amministrazione e degli allievi. Possono essere chiamati a far parte del Consiglio di Direzione fino a due rappresentanti legali di enti pubblici o di soggetti privati, i quali abbiano contribuito o si impegnino a contribuire in maniera significativa al bilancio della Scuola. 
Il Consiglio di Direzione dura in carica tre anni, ad eccezione della componente studentesca che resta in carica per due anni.
Il Consiglio di Direzione si riunisce almeno due volte l'anno su convocazione del Direttore o quando ne faccia richiesta almeno 1/3 dei suoi componenti.
 

Il Consiglio di Direzione è così composto:

 

Prof. Angelo VentroneDirettore
Prof. Piergiuseppe RossiComponente designato dal Consiglio di Amministrazione
Prof.ssa Patrizia OppiciComponente designato dal Senato Accademico
Prof.ssa Isabella RosoniComponente in rappresentanza del Dip.to di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali 
Prof. Massimo MeccarelliComponente in rappresentanza del Dip.to di Giurisprudenza
Prof.ssa Flavia StaraComponente in rappresentanza del Dip.to di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prof.ssa Carla DananiComponente in rappresentanza del Dip.to di Studi Umanistici - Lingue, mediazione, storia, lettere, filosofia
Prof. Luca De BenedictisComponente in rappresentanza del Dip.to di Economia e diritto
Si.ra Maria Valeria DominioniComponente eletta dagli studenti della Scuola
Sig. Matteo PittiglioComponente eletto dagli studenti della Scuola
 

 

Il Comitato Scientifico
Il Comitato Scientifico è organo di programmazione e indirizzo delle attività didattiche e di ricerca, con particolare riferimento alla definizione delle strategie di sviluppo e di cooperazione nazionale e internazionale della Scuola.
Il Comitato Scientifico è formato da sei componenti, di cui tre stranieri, rappresentativi delle aree scientifiche presenti nell’Ateneo. I componenti sono nominati dal Rettore, su proposta del Senato Accademico, tra studiosi di chiara fama. Il mandato dei singoli componenti ha la durata di tre anni ed è rinnovabile consecutivamente per non più di due volte. Esso può operare anche per via telematica e si riunisce a Macerata, su proposta del Direttore, almeno una volta l’anno.
 
Il nuovo Comitato Scientifico è stato nominato con D.R. n. 106 del 10 marzo 2015 ed è così composto: 

- Prof. Cesare Barbieri - emerito di astronomia - Università di Padova;

- Prof. Adriano Fabris - docente di filosofia morale - Università di Pisa;
- Prof. Federico Finchelstein - Professor of History at the New School for Social Research and Eugene Lang College - New York;

- Prof. Gianni Iotti - docente di letteratura francese - Università di Pisa;

- Prof. Martti Koskenniemi - Professor of International Law - University of Helsinki

- Prof. Concepciòn Naval - Teoría de la Educación - University of Navarra

- Prof. Enrico Pugliese - docente di Sociologia del Lavoro - Università di Roma

- Prof. Alessandro Roncaglia - docente di Economia - Università di Roma 'La Sapienza'